Storia di un cane che insegnò a un bambino la fedeltà [Luis Sepúlveda]

€ 6,99 Storia di un cane che insegnò ad un bambino la fedeltà

A febbraio del 2013 ero nel sud del Cile per visitare la regione di Araucania, la Wallmapu, il paese dei mapuche. Parlai e ascoltai molte persone, una di queste era un bambino, credo che avesse sette anni ed era molto triste perché aveva smarrito il suo cane. Un’anziana mapuche lo consolava, dicendogli che il suo cane sarebbe tornato perché era un cane fedele, un amico leale. Mi piacque come parlava al bambino e così nacque questa storia.

Dopo la  Trilogia dell’amicizia – “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”; “Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico”; “Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza” – dal 22 ottobre 2015 è disponibile in libreria la nuova favola dello scrittore cileno Luis Sepúlveda: Storia di un cane che insegnò a un bambino la fedeltà.

Mapuche significa letteralmente figli della terra ed è il nome del popolo originario che occupa il centro-sud dell’Argentina e del Cile e che ancora oggi lotta per difenderla. Per loro millenaria filosofia, l’uomo non è nient’altro che uno degli elementi del cosmo, che deve rispettare solennemente e di cui non deve alterare l’equilibrio. Tra essi, fedele compagno di un piccolo indio, cresce felice e amato uno splendido cane, Aufman. E anche quando uomini avidi e spietati, intenzionati a contaminare la natura con l’estrazione selvaggia, lo separano dal cucciolo d’uomo, Aufman saprà rendere onore al suo nome che significa appunto fedeltà, dimostrandosi leale e devoto al suo fratello umano fino al sacrificio di sè.

[04/12/2015]
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti) [4,00 su 5]
Loading...


Hai letto questo libro? Lascia il tuo parere !

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook